Cos’è personal branding o marchio personale

Nike. Apple. Starbucks. Cosa ti passa per la mente quando pensi a questi grandi marchi? Potresti immaginare atleti che lavorano sodo quando pensi a Nike, o parole come elegante, moderno e all’avanguardia quando senti Apple. Indovina un po’? La stessa idea si applica al tuo marchio personale. Cosa ti viene in mente quando la gente sente il tuo nome o ti vede al lavoro? Questo è il vostro personal branding.

Creare un marchio personale richiede consapevolezza di sé e intenzionalità. Ma come si fa a creare un marchio personale vincente, una reputazione che sia positiva, affidabile e riconoscibile? Devi capire i tuoi valori e come la gente ti vede e ti sperimenta in questo momento. E sono qui per dirvi che avete più controllo su quell’immagine di quanto possiate pensare.

Cos’è un marchio personale?

In poche parole, il tuo marchio personale è come le altre persone ti percepiscono, nel bene e nel male. È un’istantanea esterna di ciò che valuti all’interno, e crea significato, fiducia, opportunità ed esperienze affidabili per te e per le persone con cui interagisci.

Un marchio personale non si crea da un giorno all’altro. Ci vuole tempo e coerenza per far sì che questa immagine rimanga nel lavoro e nel mondo. Ma la buona notizia è che puoi cambiare il tuo marchio personale man mano che cresci e ti conosci meglio nel tempo. Quindi, come si fa a creare un marchio personale vincente?

Conosci te stesso

Ci sono alcuni passi per creare un marchio personale vincente. Inizieremo guardando dove ti trovi – e chi sei – in questo momento. Ecco alcune domande da porsi per capire il tuo attuale marchio personale.

Che aspetto ha il mio marchio personale oggi?

Il primo passo per creare il tuo marchio personale è quello di prendere nota di ciò che funziona per te – o non funziona per te – in questo momento. Non pensarci troppo. Chiedetevi:

Come mi vedono le persone? Forse sei conosciuto come un aiutante felice o come qualcuno che è più scostante. Come descriverebbero le persone la tua personalità e il tuo comportamento in un giorno normale?

Quali tratti ho bisogno di mantenere ed elevare? Quando pensi alle tue migliori qualità, cosa ti viene in mente? Elenca i tuoi tratti positivi più forti, quelli che avrebbero un grande impatto sulla tua vita con solo un po’ più di grinta. Forse ami insegnare, sei un grande comunicatore o sei la persona più affidabile che conosci. Tieni traccia delle qualità naturali che creano un impatto positivo sul mondo che ti circonda.

Di quali comportamenti devo sbarazzarmi? Pensa a qualsiasi comportamento che ti frena o che ha un effetto negativo sulla tua vita quotidiana. Forse sei sempre in ritardo di cinque minuti in ufficio o hai difficoltà ad accettare i complimenti. Fare semplici modifiche qui potrebbe davvero migliorare il tuo marchio personale. Ma per ora, pensa solo a quei comportamenti fastidiosi che ti trattengono e scrivili.

Quali sono i miei talenti e valori?

Ora che hai guardato i tuoi comportamenti quotidiani, è il momento di scavare un po’ più a fondo e pensare a come sei fatto e a ciò che conta di più per te. Ecco alcune domande per iniziare a porsi:

  • Come mi ha strutturato Dio? Alcune persone sono costruite per creare, altre prosperano facendo un duro lavoro fisico, e altre trovano appagamento come allenatore o umanitario. Annota le attività che ti fanno sentire vivo.
  • Per cosa voglio essere conosciuto? Scavate a fondo, gente! Questa domanda non ha lo scopo di creare un obiettivo nobile e impossibile – si suppone che riveli il nucleo di chi siete veramente. Se ami gli affari, forse vuoi essere conosciuto come un incredibile costruttore di squadre. Se sei un parrucchiere, potresti volere il riconoscimento per aver messo in risalto le caratteristiche uniche di qualcuno. Qual è la cosa per cui vuoi essere ricordato?
  • Se è ciò che conta, come voglio essere percepito? Quali azioni devo fare per provocare questa percezione? Se la leadership conta di più per te, potresti voler essere percepito come un giocatore di squadra. Per essere percepito come un giocatore di squadra, hai bisogno di intraprendere azioni che supportino e servano la tua squadra. Sembra semplice, ma un’azione coerente nel tempo sostiene il tuo marchio personale.
  • Come mi esprimo in altri modi? Il modo in cui ti vesti, cammini e parli sono tutti modi per esprimere i tuoi valori. Sorridete? I tuoi vestiti ti stanno bene e rappresentano il tuo settore? (Nota a margine: non c’è bisogno di far saltare il budget per cercare di apparire nella parte, ma un po’ di attenzione al tuo aspetto può fare una grande differenza per il tuo marchio personale). Parla con sicurezza e gentilezza? Questi sono tutti spunti che aiutano – o danneggiano – il tuo marchio personale.

Ottieni un feedback sul tuo attuale marchio personale

Invitate il vostro leader, i vostri pari di fiducia e chiunque altro vi conosca da vicino a parlare del vostro attuale marchio personale. (Ora, tenetevi forte, perché questo processo è un po’ scomodo.) Vi verranno indicati i punti ciechi, ma questo è un bene. Imparerai anche cosa la gente apprezza di te che non sapevi.

Il punto qui è di avere un’idea di come le persone ti sperimentano, non di giudicare il tuo carattere. Per fare questo, invia una breve e-mail che fa qualcosa del genere:

“Mi piacerebbe sapere a che punto sono con il mio marchio personale in modo da poter fare alcuni cambiamenti. Apprezzo il vostro input e vorrei avere il vostro feedback sui miei punti di forza personali e sui punti ciechi. Voglio capire come mi sperimentate, così posso imparare dove e come migliorare”.

Qui ci sono alcune ottime domande da fare ad altre persone per iniziare a capire il tuo attuale marchio personale al lavoro.

  • Secondo te, sono ben voluto in ufficio?
  • Ricevo bene il coaching nelle aree che devo migliorare?
  • Si può contare su di me per finire il lavoro di cui sono responsabile?
  • Mi adatto bene ai cambiamenti inaspettati sul lavoro?
  • Ti fidi di me per prendere le decisioni giuste, anche quando nessuno sta guardando?

E quando ricevete un feedback, dite: “Grazie mille” e basta. Non difenderti o spiegare perché fai quello che fai. Questo ti serve per imparare come gli altri ti sperimentano, non per difendere il tuo comportamento. (È il tuo lavoro creare una conversazione sicura dove le persone possono rispondere onestamente. Perché ammettiamolo, chiedere a qualcuno cosa pensa VERAMENTE può essere imbarazzante per tutte le persone coinvolte).

Come creare un marchio personale vincente

Ora che hai un’idea di come gli altri ti percepiscono, è il momento di creare una nuova visione per il tuo marchio personale vincente. Con un po’ più di curiosità, puoi scoprire i tratti caratteriali fondamentali da mostrare nel tuo nuovo marchio personale. Chiediti:

  • Cosa so fare meglio?
  • Quali sono le mie convinzioni? Per che cosa mi batto?
  • Quali sono i risultati che voglio produrre?
  • Cosa fa emergere la mia personalità nelle mie relazioni e nel mio lavoro?
  • Queste domande vanno uno strato più in profondità per aiutarti a scoprire cosa ti motiva veramente e cosa vuoi esprimere al mondo. (Ricordate, questo è il vostro marchio personale, quindi rispondete a ciò che è più vero per voi, non per i vostri genitori, colleghi o coniugi).

Come condividere il tuo marchio personale con il mondo

Tutto questo lavoro per creare un marchio personale non avrà importanza se non lo condividi con il mondo. Ecco come comunicare ciò che avete imparato sui vostri valori, convinzioni, punti di forza e carattere alle persone che vi circondano.

  • Sii autentico. Chiunque tu sia, sii quello. Non cercare di essere qualcosa o qualcuno che non sei. Se cerchi di essere un’imitazione di qualcun altro, derubi il mondo (e te stesso) dei tuoi talenti unici, della tua missione e del tuo scopo.
  • Passate all’azione. Metti in pratica i tuoi valori. Inizia a fare dei passi che siano in linea con chi vuoi essere. Vieni al lavoro qualche minuto prima (e non lamentarti). Ringrazia Jenny della contabilità quando ti fa i complimenti per il tuo nuovo taglio di capelli. Fai un grande sorriso al barista quando ti porge un doppio espresso fumante. Sono queste piccole interazioni che si sommano nel tempo.
  • Mostra (e racconta) il tuo marchio. Ora, non essere odioso con questo, ma vuoi che le persone sappiano cosa sei. Introduci naturalmente questi fatti su di te, i tuoi valori e le tue abilità nelle conversazioni nel tempo. Viveteli. Cammina il tuo discorso. Fai questo e farai crescere il tuo marchio in modo positivo.
  • Continua a mantenere e a far crescere il tuo marchio. Fate il più possibile per vivere e lavorare nell’eccellenza. Continua ad imparare attraverso libri, corsi e podcast. Investi nelle tue relazioni con i tuoi colleghi e mentori. Prenditi cura della tua salute in modo da avere l’energia e l’entusiasmo per applicarti in nuovi modi. Sviluppare il tuo carattere e il tuo marchio personale è un viaggio che dura tutta la vita, e questo è solo l’inizio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.